Museo delle Forze Armate

I mezzi

L'importante parco automezzi del Museo.

Visualizza

La Trincea

La ricostruzione della trincea sul Dente Italiano.

Visualizza

Le Artiglierie

I pezzi di artiglieria del periodo 1914-45

Visualizza

Avviso

 

 

MOSTRA TEMPORANEA: LA SETE DEL SOLDATO 1915-1945

INAUGURAZIONE DOMENICA 14 OTTOBRE 2018

CONCLUSIONE DOMENiCA 20 GENNAIO 2019

ORARI DI APERTURA:

da Lunedì a Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

Domenica: dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Sono possibili prenotazioni per gruppi e comitive anche in orari alternativi a quelli di apertura. 

 

La mostra sarà organizzata in due macro sezioni:

 

  • la prima, materiale, in cui saranno esposti i cimeli quali gavette, gamelle, taniche, fusti ed annessi, bottiglie del periodo bellico adoperati dai vari eserciti belligeranti durante Grande Guerra. E’ intenzione recuperare anche cimeli relativi al sistema di pompaggio dell’acqua in altopiano e cisterne a trazione animale presenti in altre realtà museali del Veneto.

 

  • La seconda prevalentemente fotografica e documentaristica in cui, in appositi pannelli in alta definizione, saranno evidenziate le grandi innovazioni avvenute a partire dalla Grande Guerra per l’approvvigionamento idrico dei milioni di uomini al fronte nonché le lettere ed i documenti con le testimonianze dirette dei soldati stessi e mappe con i tracciati di rifornimento idrico sul settore Pasubio-Altipiani.

 

Una speciale sezione è dedicata al materiale oggetto del concorso indicato alla voce Attività connesse a pag 2.

 

OBBIETTIVO DELLA MOSTRA:

 

l’obbiettivo dell’esposizione è quello di evidenziare l’importanza dell’acqua e dell’ingegneria idrica ad essa legata anche nei drammatici periodi di guerra.

Tutto il sistema dell’approvvigionamento è un mondo in parte ancora da esplorare e generalmente ignoto ai più.

Basti pensare che durante la guerra, presso ogni Comando d’Armata  venne istituito un “Ufficio Idrico”, un laboratorio chimico batteriologico e un numero variabile di “Plotoni idrici”. Di questi “reparti speciali dell’acqua” facevano parte: ingegneri idraulici, capotecnici ed operai specializzati; dopo Caporetto in pochi mesi furono costruiti ben 3 acquedotti con una lunghezza variabile da 40 a 180 km con decine di centrali di collegamento. 

Le operazioni di ingegneria militare continuarono anche dopo la guerra. Nelle zone conquistate, devastate dai combattimenti, nonostante la smobilitazione dei reparti idrici, circa 50 ufficiali e 1500 specialisti riuscirono a ripristinare tutti gli acquedotti per un totale di 200 chilometri di tubazioni e 50 pozzi artesiani.

 

 

ATTIVITA’ CONNESSE: CONCORSO E SEMINARI

CONCORSO

E’intenzione del Museo promuovere alcune attività legate al tema proposto dalla mostra. 

La prima è un concorso fotografico rivolto a due destinatari:

  • Tutti gli alunni degli Istituti scolastici superiori della Provincia di Vicenza
  • Fotografi non professionisti di tutte le età

 

L’oggetto del concorso verte sul tema dell’acqua connesso alla Grande Guerra. Pertanto i partecipanti devono presentare fotografie ed elaborazioni fotografiche che abbiano come soggetto l’argomento proposto (luoghi simbolici, come i grandi fiumi della Patria - Piave, Isonzo, Tagliamento- , resti di acquedotti militari o di fontane realizzate durante il periodo 1914-1918 ma anche elaborazioni di fotografie d’epoca o di altri soggetti comunque collegabili all’acqua durante la Grande Guerra.

Le elaborazioni saranno esposte durante l’ultima fase della mostra.

SEMINARI

Seminario sul tema dell’acqua nella Grande Guerra con tematiche, Gli Acquedotti della Grande Guerra (Claudio Bettanin); Il dramma della sete del soldato attraverso le testimonianze dei militari (di Saverio Mirijello) con riferimenti all’attualità attraverso una relazione del responsabile della Acque del Chiampo s.p.a.

La data attualmente indicata per il seminario è  domenica 13 gennaio 2019 ma potrebbe subire variazioni a seconda della disponibilità dei relatori.

Referente del progetto:

Dr. Stefano Guderzo, direttore Museo delle Forze Armate 1914-45

Contatti: 340 5978913; museoforzearmate@gmail.com

1 novembre 2018

Orari Museali Ponte 1-4 Novembre

Leggi tutto